Google+
Ci siamo trasferiti sul .com



Scandalo in Paese per Ruby "nipote dell' amico e collega Mubarak" racconta Belusconi...


clicca qui per le news su Kayenna.com

Berlusconi & RubyIl politico telefona in questura...

Non è stato, stavolta, un consigliere dell' emblematico ricco e corrotto paese dell'entroterra, amico ad esempio del carabiniere o poliziotto di turno a premere per tutelare il parente. Dicesi, infatti, che il pesce, quando è marcio, è marcio dalla testa. Saliamo allora di livello, ai piani superiori.

Il politico stavolta è il Presidente del Consiglio e la telefonata è arrivata alla Questura di Milano. Da tramite ha fatto un consigliere regionale: Nicole Minetti, 25 anni, igienista dentale.

Di che si tratta. Una giovanissima ragazza di nazionalità marocchina, ancora minorenne, commette un furto, "ruba" cioé ad una sua coinquilina.

Finisce in questura, in via Fatebenefratelli a Milano. La ragazza si chiama El Marhoug Karima Heyek, ma non è una qualunque. E' una giovane "ruba"- cuori ( Ruby è il soprannome, appunto) che sta "a cuore" al nostro primo ministro.

Fin qui sarebbe routine ormai, se non fosse che la tracotanza ed il consueto abuso del potere, messo in atto dal Premier italiano Silvio Berlusconi, l'hanno portato il 27 maggio ad invadere ancora e sempre quel tanto odiato campo: la giustizia.

Milano. Sono le 23 del 27 maggio 2010, Berlusconi telefona o dà mandato a chi per lui (il suo caposcorta forse) di telefonare in Questura. A Pietro Ostuni, capo di gabinetto, vien detto insomma così: "Dottore volevo confermare che conosciamo questa ragazza, ma soprattutto spiegarle che ci è stata segnalata come parente del presidente egiziano Mubarak - bugia e fatto tra l'altro per la legge ininfluente - e dunque sarebbe opportuno evitare che sia trasferita in una struttura di accoglienza. Credo sarebbe meglio affidarla a una persona di fiducia e per questo volevo informarla che entro breve arriverà da voi il consigliere regionale Nicole Minetti che se ne occuperà volentieri" conclude il "caposcorta".


La 25enne consigliere, Nicole Minetti, sostiene, però, di non aver mai ospitato a casa sua Ruby cioé Karima Heyek. Dichiara: "Conosco Ruby come conosco numerose altre persone del mondo televisivo - ha affermato la consigliera regionale - ci tengo a precisare che con la signorina Ruby non ho rapporti di amicizia, né l'ho mai ospitata in casa mia". Non si potrebbe invero, stando ai termini di legge, non rispettare l'impegno preso apponendo la propria firma su un documento di affidamento e di tutela di un minore, non si potrebbe. Sta di fatto che la notte tra il 27 ed il 28 maggio alle 2 del mattino, la diciassettenne Ruby viene affidata a Nicole Minetti, 25 anni, che poi l'abbandona. Agli atti la diciassettenne risulta essere finita in casa di un' altra giovane signora straniera, una ragazza brasiliana disoccupata, incapace,  come relazionato dal Tribunale dei minori, di tutelare alcun minore. Ruby e la coinquilina se le suonano poi di santa ragione in una "lite in condominio" tanto, da rendere necessario l'ulteriore intervento della polizia. Ddc


                                                              

PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO ANCHE VIA FACEBOOK CLICCA QUI

CORRELATO Interrogatorio di Nicole Minetti. Pm Ilda Boccassini e Antonio Sangermano: Caso Ruby.





Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner
fbPixel