Google+
Ci siamo trasferiti sul .com



Libia: Gheddafi semina mine anti-uomo. La denuncia di Human Right Watch


clicca qui per le news su Kayenna.com

Mine anti-uomo seminate da Gheddafi in Libia I cittadini della Libia orientale devono fronteggiare un altro terribile problema. Gli uomini di Gheddafi hanno nascosto centinaia di mine anti-carro e anti-uomo, in Cirenaica, lungo la strada che collega Ajdabiya a Bengasi e nei pressi di Sirte, per creare un cordone di sicurezza attorno alla città natale di Gheddafi. La denuncia è stata fatta dall'organizzazione Human Right Watch. La presenza dei micidiali ordigni è stata documentata da alcune foto e da un video.
Peter Bouckaert, direttore della divisione emergenze dell’organizzazione umanitaria ha lanciato un appello al regime di Gheddafi: “La Libia deve immediatamente smettere di usare mine anti-uomo”...“l’esercito di Gheddafi deve assicurare che le mine già piazzate, di qualunque tipo esse siano, devono essere disattivate il prima possibile per evitare vittime civili”.

Le mine terrestri, specialmente anti-uomo, sono state oggetto di un lungo dibattito etico a livello internazionale a causa del pericolo che rappresentano per i civili anche dopo la fine del conflitto in cui vengono impiegate. Numerose organizzazioni non governative di tutto il mondo hanno lanciato campagne su vasta scala per sensibilizzare l'opinione pubblica sugli effetti dell'uso di questo tipo di armamenti.

Nel dicembre 1997 e' stato conferito il premio Nobel per la pace a Jodie Williamsper, portavoce  della Campagna internazionale per la messa al bando delle mine antiuomo che portò lo stesso anno alla conferenza ad Ottawa e al trattato per il bando totale di queste armi micidiali. La Libia non ha aderito al Mine Ban Treaty del 1997, ratificato 156 nazioni.

Il video che dimostra la presenza di mine anti-uomo in Libia


Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner
fbPixel