Google+
Ci siamo trasferiti sul .com



Roberto Maroni, il discorso alla Festa dei Popoli.


clicca qui per le news su Kayenna.com

Il discorso del segretario della Lega Nord, Maroni Roberto Maroni, segretario federale della Lega Nord, ieri ha infiammato la platea dei partecipanti alla Festa dei Popoli e dal palco veneziano non ha lesinato parole e critiche sull'attuale Governo di Mario Monti: “I tagli ai Comuni servono per finanziare Roma Capitale. La prossima sfida di questo governo è ridurre i poteri delle regioni, una posizione centralista, solo il fascismo aveva questa opinione delle regioni e dei comuni. Non vorrei che questo governo pensasse di mandare dei podestà al posto dei prefetti. Vuole cancellare il federalismo, ma per impedire che un governo che nessuno ha eletto possa riportare indietro le lancette della storia, finché c'è la Lega ci sarà democrazia”;

Maroni si è scagliato anche contro Elsa Fornero: “La riforma del lavoro della lacrimevole ministra Fornero è un obbrobrio che va cancellato, fatto da chi non sa di che parla. Io l'avevo fatta con il mio amico Marco Biagi, per questo lui c'ha rimesso la vita. Serviva ai giovani per entrare più facilmente nel mondo del lavoro e a maggior ragione servirebbe ora. Non bisogna rendere più costoso il lavoro dei giovani, altrimenti li obblighi alla disoccupazione o al lavoro nero”.

Il segretario leghista ha poi acceso gli animi invitando alla disobbedienza civile e ad azioni concrete per affermare un programma che definisce rivoluzionario: “più coraggio sulle nostre battaglie: in Sicilia hanno usato i forconi, il movimento dei forconi, dobbiamo fare qualcosa di simile con i nostri sindaci, lo dico anche ai nostri governatori: non solo protestare, ma passare ad azioni concrete”, queste le parole dell'ex Ministro dell'interno della Repubblica italiana.


Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner
fbPixel