Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character


clicca qui per le news su Kayenna.com

Indice
Incentivi per motocicli, cucine, elettrodomestici, eco case. Modalità e tempi.
La procedura per gli incentivi statali
Tutte le pagine

Incentivi statali 2010 Incentivi al consumo per 300 milioni di euro e 120 milioni di euro di sgravi fiscali per le imprese del settore tessile e cantieristica è quanto previsto dal decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri della scorsa settimana, che stanzia, in tal modo, la somma complessiva di 420 milioni per sostenere il sistema produttivo.  “La ripresa è lenta e intermittente, e lo scopo di questo decreto è proprio quello di sostenerla, per raggiungere l’obiettivo indicato dal Governo della crescita dell’1 - 1,2% nel 2010". Così il ministro per lo Sviluppo economico, Claudio Scajola, che ha illustrato il provvedimento nel corso della conferenza stampa tenuta al termine del Consiglio.

I punti cardine intorno ai quali si sono indirizzati gli interventi del Governo sono il miglioramento dell'eco-sostenibilità ambientale, l'innovazione e la sicurezza sul lavoro. Con questi criteri di fondo si sono individuati i settori "che hanno avuto maggiore difficoltà e più crisi" e quelli che hanno una significativa capacità di produzione nazionale: "Abbiamo fatto un attento lavoro - ha detto il ministro - per mirare le risorse disponibili in maniera chirurgica nei settori che rispondessero a questi obiettivi".


Clicca per vedere la tabella incentivi.

Queste le grandi filiere produttive individuate:

* la mobilità sostenibile;

* Il sistema casa per le famiglie;

* la sicurezza del lavoro;

* l’efficienza energetica.

In particolare, sono incentivati l'acquisto di motocicli, cucine componibili, elettrodomestici, macchine agricole, eco case, gru edili e motori fuoribordo.




La procedura:

I cittadini interessati potranno chiedere di usufruire dell'incentivo direttamente al rivenditore; questa richiesta si tradurrà di fatto in uno sconto sul costo del prodotto, che andrà dal 10 al 20% di taglio del costo complessivo.
Lo sconto effettuato, a sua volta, sarà poi recuperato dal rivenditore attraverso l'erogazione degli incentivi messi a disposizione dal Governo.
Il tramite per realizzare questo procedimento è affidato a Poste italiane, attraverso il Centro di Contatto.
Il rivenditore, per poter applicare lo sconto, deve prima chiamare Poste Italiane e verificare la disponibilità di denaro che, una volta confermata, permetterà al cittadino l'acquisto agevolato.

Banner

Il Meteo

fbPixel