Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character
Ci siamo trasferiti sul .com




clicca qui per le news su Kayenna.com

emergency procura di roma gino strada Mentre la Procura di Roma segue il caso dei tre italiani di Emergency "fermati" a Lashkar Gah e portati via dall'ospedale in cui stavano lavorando ... Emergency dice basta.

Pietro Saviotti, capo del pool antiterrorismo della capitale che si occupa di episodi di violenza che coinvolgono italiani nelle zone di guerra si è incontrato oggi con i carabinieri del Ros. La Procura di roma intende aprire un fascicolo d'inchiesta sul caso dei connazionali accusati di aver fatto parte di un complotto per uccidere il governatore di Helmand e che ora sono ancora nelle mani della Security afghana.

Sono questi tre i "detenuti" di Emergency in Afghanistan:

- Marco Garatti medico chirurgo, 49 anni, é con Emergency dal 1999 ed oggi é il coordinatore del  progetto: arrestato.
- Matteo Dell'Aira, 41 anni, infermiere professionale é con Emrgency dal 2000: arrestato
- Matteo Pagani Guazzugli Bonaiuti 29 anni romano, collabora con Emergency da un anno come responsabile amministrativo: arrestato.

Il  ministro degli Esteri F. Frattini, che domani sarà tenuto a riferire in parlamento su quanto sta accadendo, questa mattina ha liquidato così la notizia della confessione degli italiani data dal portavoce di Helmand ieri al giornale britannico Times:" un caso di cattiva informazione " ha detto. Nel pomeriggio poi il Ministro degli esteri ha dichiarato:" noi siamo fermi nelle garanzie di tutti gli italiani, ho deciso per questo di inviare a Kabul un consigliere giuridico dell'ambasciata italiana, ... per seguire direttamente le vicende di queste investigazioni"

Il sottosegretario agli Esteri Mantovani, però, ha espresso dubbi sulla bontà dell'operato di Gino Strada nelle zone di guerra:" il suo modo di agire non è neutrale, fa troppa politica!" ...

A questo punto Strada dal canto suo si augura che "non ci sia stato alcun coinvolgimento del governo italiano"...

Tutto questo mentre il responsabile della comunicazione di Emergency da Kabul oggi  aveva affermato - possiamo parlare a tutti gli effetti di sequestro, dal momento che i tempi di un fermo legale sono scaduti (72 ore) ...senza che vi sia stato un fermo restrittivo o qualsiasi altra comunicazione e non ci risultano notifiche a nessuna procura afghana"... Maso Notarianni dai microfoni di CNRMedia dice ancora: "A questo punto esigiamo la liberazione del nostro personale e chiediamo che il governo si attivi in questo senso. Ora ci prepariamo per una mobilitazione nazionale per sabato prossimo a Roma..."

Le truppe Nato nel frattempo hanno ucciso 4 civili a Kandahar, sparando su un autobus. La Nato poche ore fa ha ammesso l'errore esprimendo "profondo rincrescimento!"...Questo però non é: "portare la Pace".

DDC

Per firmare l'appello lanciato da Emergency clicca.



Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner

Il Meteo

fbPixel