Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character
Ci siamo trasferiti sul .com



Bangkok. Morto Fabio Polenghi nella zona di Saladeng


clicca qui per le news su Kayenna.com

Fabio Polenghi Bangkok (Thailandia).  Il giornalista italiano morto stamattina é Fabio Polenghi(45 anni). Colpito al cuore e allo stomaco il fotoreporter é arrivato al "Police Hospital" già senza vita. Al momento degli spari indossava giubbotto antiproiettile e casco...
Gli scontri di oggi, particolarmente violenti, sono iniziati all'alba come i militari di stato avevano preannunciato nell'ultimatum dei giornio scorsi ai manifestanti; hanno attaccato, infatti, la"zona rossa" senza esitare e con la massima violenza. L'esercito ha invaso con i blindati l'accampamento sfondando le barricate delle camicie rosse e sparando ad altezza uomo ha urlato: "Uscite e arrendetevi altrimenti vi ammazziamo !".

Fabio, che era lì a lavorare e documentare per un'agenzia europea, é stato riconosciuto da una amica attraversole le immagini televisive trasmesse dalla Pbs. Nel servizio si vede Fabio accasciarsi al suolo, raccolto e trasportato al vicino ospedale,  poi si vede ancora il momento in cui gli viene sfilato il casco ed é allora che l'amica lo ha riconosciuto.

Alessandro Ursic, ha raccontato a Sky che Fabio: '...stava nel Paese da tre mesi....un'amica  lo aveva sentito ieri sera e lui le aveva detto che andava tutto bene, che era tutto a posto e che oggi si sarebbe trovato nella zona di Saladeng, dove questa mattina l'esercito ha sfondato la barricata che i manifestanti avevano eretto attorno all'accampamento, stiamo parlando di un chilometro di distanza piu' o meno dal centro dell'accampamento...(...).. la resistenza dei manifestanti non e' durata molto -continua Ursic- ma ha dato vita ad una sparatoria in cui sono morte 5 persone, tra cui Fabio''. Il giornalista rimasto ucciso viveva a Milano, ma lavorava dal 2004 come free lance. Aveva lavorato per  Vanity Fair, Vogue...e per l'agenzia Grazia Neri. La Neri  profondamente toccata ha commentato: ".... non ho parole. Anche Fabio. E' terribile, un altro che se ne va. Ognuna di queste notizie mi prende il cuore. Ho in mente il suo viso. Proprio ieri ero a World Press Photo e commentavo con i colleghi come i fotografi siano sempre più vicino al pericolo, sempre più dentro...".

Il documentario  52' Linea Cubana realizzato da Polenghi  é stato esposto alla Citè des Sciences et de l'Industrie e alla Expo del libro di Parigi. Il Presidente della Repubblioca Napolitano ha espresso la volontà che "siano rigorosamente accertate le circostanze e le responsabilità di quanto è accaduto". DDC


Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner

Il Meteo

fbPixel