Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character


clicca qui per le news su Kayenna.com

          Abituati male...

Scandali Valle Caudina

Pasquale Lombardi, Arcangelo Martino ed il più noto faccendiere Flavio Carboni, sono stati arrestati dai Carabinieri del Raggruppamento operativo speciale (Ros) su ordine della Procura di Roma.

Pasquale Lombardi è l'ex sindaco di Cervinara, un paese dell'entroterra avellinese, nonché ex giudice di commissioni tributarie..., Arcangelo Martino è un imprenditore campano...

I reati contestati ai tre sono quelli di associazione per delinquere e violazione degli articoli 1 e 2 della legge Anselmi sulle associazioni segrete. Non solo corruzione e riciclaggio dunque, ma anche presunti pilotaggi degli appalti per gli impianti eolici in Sardegna che conducono lontano sebbene l'inchiesta nasca da un processo stralciato dall'indagine principale sull'Eolico...

L'associazione era gestita da Lombardi in qualita' di segretario e da Martino quale responsabile dell'organizzazione. Il gip di Roma Giovanni De Donato nelle 60 pagine del capo di imputazione scrive:" i tre approfittavano delle conoscenze per acquisire informazioni riservate e influire sull'esercizio delle funzioni pubbliche..." avendo sviluppato "una fitta rete di conoscenze nei settori della magistratura e della politica da sfruttare per i fini segreti del sodalizio e ciò anche grazie alle attività di promozione di convegni e incontri di studio realizzate tramite una associazione denominata " Centro studi giuridici per l'integrazione europea Diritti e Libertà ".

Non solo.

Dalle indagini risulterebbero  pressioni esercitate su membri del Consiglio Superiore della Magistratura, ed anche la nomina a cariche direttive di magistrati graditi al sodalizio...Nell'ordinanza è infatti scritto che "nel corso dei mesi di settembre e ottobre 2009 Carboni, Martino e Lombardi hanno concordato e tentato l'avvicinamento di giudici della Corte Costituzionale allo scopo di influire sull'esito del giudizio relativo alla legge 124/2008 (C.d. lodo alfano), che aveva introdotto la sospensione del processo penale per le alte cariche dello Stato. L'operazione, per quanto emerso, è stata compiuta essenzialmente da Lombardi, previo accordo ed in contatto costante con gli altri due, e si intreccia con il tentativo dei tre di ottenere la candidatura dell'onorevole Nicola Cosentino alla carica di presidente della Regione Campania, candidatura pretesa come contropartita per gli interventi compiuti sulla Corte Costituzionale".

 
Agli atti è anche che, a poche settimane dal giudizio della Corte Costituzionale sul lodo Alfano, ci fu un incontro a Roma, a casa del coordinatore del Pdl Denis Verdini, a cui avrebbero preso parte Marcello Dell'Utri, il sottosegretario alla Giustizia Caliendo, i magistrati Martone e Miller, Arcangelo Martino e Pasquale Lombardi.

La nuova ipotesi di reato quindi per il Procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo ed il Pubblico ministero Rodolfo Sabelli  scaturisce dalle consistenti prove raccolte anche grazie alle intercettazioni, che vedono i tre comporre una super loggia segreta, punto di riferimento per politici e imprenditori...in quanto "si considerano associazioni segrete e come tali vietate dalla Costituzione quelle che, anche all’interno di associazioni palesi, occultando la loro esistenza ovvero tenendo segrete congiuntamente finalità e attività sociali, svolgono attività diretta ad interferire sull’esercizio delle funzioni di organi costituzionali, di amministrazioni pubbliche, di enti pubblici, anche economici, nonché di servizi pubblici essenziali di interesse nazionale". Lombardi Carboni e Martino, si sarebbero adoprati quindi, secondo l'impianto accusatorio, per ottenere interventi e decisioni favorevoli a loro beneficio sia a livello politico che giudiziario, sulla base di "personali"esigenze.

Lo stesso Carboni, infatti, fino ad oggi ha "subito" una lunga serie di assoluzioni: assolto dall'accusa di falso e truffa ai danni del Banco di Napoli, assolto dall'accusa di concorso nell' omicidio di Roberto Calvi, (il pm aveva chiesto l'ergastolo); assolto dall'accusa di essere stato il mandante del tentativo di omicidio di Roberto Rosone, vice di Calvi all' Ambrosiano...ecc...Il costruttore Arcangelo Martino fu invece arrestato durante Tangentopoli, ma poi assolto con formula piena. L'imprenditore Martino è un  ex assessore al Comune di Napoli.

I Carabinieri di Roma, coordinati dal maggiore Bartolomeo Di Niso, hanno arrestato oltre a F. Carboni, che ora si trova  nel carcere romano di Regina Coeli, anche Pasquale Lombardi e Arcangelo Martino, condotti nel carcere di Bellizzi (Salerno) il primo, di Napoli il secondo. Assunta Di Vito Doveredicronaca


Banner

Il Meteo

fbPixel