Google+
Ci siamo trasferiti sul .com



Caso Alfonso Marra, Vitaliano Esposito:"... la stampa è il cane da guardia della democrazia..."


clicca qui per le news su Kayenna.com

Alfonso Marra indagatoOggi il Tribunale del Riesame ha respinto il ricorso presentato dagli avvocati di Arcangelo Martino, Giuseppe De Angelis e Simone Ciotti.

Avevano chiesto la revoca dell'ordine di custodia cautelare per il loro assistito o gli arresti domiciliari, a causa delle precarie condizioni di salute di Martino...; anche Flavio Carboni e Pasquale Lombardi, però, arrestati lo scorso 8 luglio con Martino nell'ambito dell'inchiesta sulla P3 ( violazione legge Anselmi...) avevano avanzato la stessa richiesta. Respinta, resteranno tutti e tre in carcere.

Sempre oggi, e nell'ambito della stessa inchiesta, la prima Commissione del Csm ha bocciato la richiesta di rinvio dell'audizione per il presidente della Corte d'Appello di Milano Alfonso Marra. Ad avanzare la richiesta l'ex pm di Mani pulite, Piercamillo Davigo, oggi però nella veste di legale di Alfonso Marra.

Davigo aveva chiesto una proroga per poter meglio approntare la linea difensiva di Marra, ma anche perché nei confronti di Marra c'è ora l'azione disciplinare avviata dal pg della Cassazione, Vitaliano Esposito. Azione disciplinare che per il difensore si accavallerebbe all'istruttoria della commissione del Csm con l'audizione prevista per lunedì. A questo proposito il pg della Cassazione, nel corso del plenum di stamattina, ha voluto precisare che l'azione disciplinare intrapresa nei confronti del presidente Alfonso Marra "non vuole bloccare l'iter della procedura di trasferimento avviato dalla Prima Commissione del Csm". Questa infatti ha ritenuto che le due indagini, quella della Cassazione e quella del Csm, non creino affastellamenti di nessun genere in quanto sebbene parallele, sono indipendenti, nè ci si possa fermare.

A proposito di alcune illazioni riguardo al sospetto che si volesse rallentare l'iter giudiziario nei confronti del Presidente della Corte d'Appello di Milano e dei pregiudizi da parte di chi ha il compito di fare informazione, Esposito ha poi detto: ''la malizia del giornalista è pienamente legittima perché la stampa è il cane da guardia della democrazia e dunque le è consentita una dose di provocazione. Questo è quello che vuole il libero dibattito democratico..."

Alfonso Marra verrà sentito lunedì mattina 26 luglio a Palazzo dei Marescialli.

ddc

Doveredicronaca™


Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner
fbPixel