Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character
Ci siamo trasferiti sul .com



la Biro Labirinto

 

Notturno nostalgico

Lunedì 05 Marzo 2012 00:00


clicca qui per le news su Kayenna.com


Voli multiforme per le strade

nelle pozzanghere

tunnel per il mare

rinasci stella di bagliore di lampione

Voli in silenzio

ti respiro dippiù la notte

solo tra le cose rotte

tra luna che guarda

aleggiarti sino all’alba

E già riposa il mio materico guscio

su rosa che sei e spina che dai

mi ferisco

labbra di rosso

cuore di notte



Nel cammin ancor non si rassegna

la mia anima cercandoti.

Valeriano Forte



Progetto "FOesia" : Versi in Immagini
di Valeriano Forte e Marco Moscato
collaborazioni : Les Marteau, Francesca Gazia

 

Non posso tacere

Sabato 04 Febbraio 2012 00:00


Non posso tacere e grido
perché non posso lasciarvi
solo con un sorriso
La rabbia ancor più setacciata
dalla ragione
attorciglia caratteri
in canzoni per i martiri
di tutte le guerre
le Vostre guerre
le Nostre guerre
vestite di normalità
e di false libertà
Non posso tacere gli occhi
dell’amico Jacob
che riempiti di tutto
e di vuoto vomitano
il suo mondo triste nel mio
Non posso tacere
per un niente e mai abbastanza
compiuto di notte
al dì fuori di una stanza
mentre invisibili
diffidenti come i ratti escano
per ridiventar di carne e sangue
ricevendo aiuto
In questo inverno
il freddo pesa più di prima
e diviene gelida una volta a casa
la coperta che non merito più di un altro
la notte pesa
nelle sue interminabili ore
appesa in un vagone
ad un cartone    
in un angolo d'una stazione
tra viaggiatori distratti
e abituati ai corpi
come valige abbandonate
in attesa di destinazione.

       --Valeriano Forte--
 

A una novella Aspasia

Domenica 29 Gennaio 2012 13:21

Non amo te, che al par delle altre donne, 
sotto un ingenuo riso
celi un estroso demone maligno,
Ma amo il pensier mio che ancora illuso
serba nella memoria
Il tuo primo apparire angelicato.
Io con dolor rimiro
Quanto divario corre
Tra quella che tu sei e l’ideale
Che di te mi pensava.
Ma tu, nel corpo, sei per me già morta;
sol vive e mi consola
L’immagine di te ch’ io mi sognai
In celeste dlirio.E la mia vita
Sara tutta in quel sogno....
Copra l’oblio i tuoi detti menzogneri,
serbi il pensier la tua presunta gloria,
e mi sorregga ignaro
di tua viltà, un angelico ricordo
che immeritato alone
ricinge alla tua chioma
e d’ignote virtù sempre t’adorna.


Le quattro stagioni dell’amore

In primavera ci siamo conosciuti
In estate c’è stato il nostro caldo amore
In autunno è sceso un velo di nebbia
In inverno è stato tutto coperto dal gelo                                                                           
                                                  Giuseppe Stolfi          


 

Occhi pieni

Venerdì 20 Gennaio 2012 10:40


Così piccoli occhi
ma pieni a volte
di vuoto di mare e d’anima
di Encresciadum

Occhi di vetro rotto
che faticano a guardare il mondo
Occhi a volte stanchi
di sopportare il peso dell’anima

Occhi che parlano
afoni specchi
spargetevi intorno in frammenti  
d’Amore e luce.

                        Valeriano Forte
 

Incontro siculo.

Lunedì 02 Gennaio 2012 00:00

Taormina-Naxos 8:20
l’attesa
una ferita
una poesia
ancora è il mio amare
tra la carne calda
tra pietre venate
sonno e gioia

Morbido tempo
riposo di bimbo
sedotta è la fame
con luce romantica

Di apoteotici sensi
in terra la notte si riempie
lenzuola di sesso e abbracci odoranti
ridestano il giorno
noi…amandoci

mediterraneo perdersi a colazione
parole segni forme
inequivocabili incerti Noi
nel profumo del sole

Muta
pungente
l’aguzzina paura
mi spalanca all’amaro vuoto
che velluto con unghie
lacera e avvolge
curando e ferendo
cute lesa mi seguirà al domani

serale discesa
scale senza uscita
vetri rotti e la prima canzone
orme unite che il mare fa sue
e rum e musica

Stanca salita
comoda notte
ti amo nei capelli sciolti
animi e frusti
i miei sogni ribelli

Eteroclite percezioni
irrorano il risveglio
molti pensieri non molte parole
borse pesanti attendono
preparate in silenzio

La costa agiata
la sua bianca spuma
di rabbia lambisce
la rena indifesa
me silenzioso

12:29 Taormina–Naxos
verso nord
verso casa.


                Valeriano Forte
 

Pagina 9 di 19

«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner

Il Meteo

fbPixel