Google+
Ci siamo trasferiti sul .com



Una Tempesta magnetica colpirà la Terra. A rischio i satelliti per le telecomunicazioni.


clicca qui per le news su Kayenna.com

Violenta tempesta magnetica colpirà la Terra Il nostro pianeta Terra, sarà colpito da una violenta tempesta magnetica che potrebbe distruggere le delicate apparecchiature dei satelliti per le telecomunicazioni. Gli esperti della Nasa hanno messo sotto osservazione uno sciame di particelle liberate dall'eruzione solare avvenuta nei giorni scorsi dopo che il Sole è tornato in una fase di intensa attività; gli esperti dell'osservatorio del Solar Dynamics Observatory della Nasa ritengono che un secondo sciame di particelle liberato dalla stessa eruzione si starebbe dirigendo verso la Terra e potrebbe danneggiare i satelliti che si trovano in orbita alta.

Clicca QUI per scaricare la foto in alta definizione.

Tutti gli aggiornamenti nelle prossime ore su www.kayenna.net

APPROFONDIMENTI:

In astronomia, un brillamento solare o più esattamente brillamento stellare (in breve brillamento) o anche eruzione solare, eruzione stellare, è una violenta eruzione di materia che esplode dalla fotosfera di una stella, con un'energia equivalente a varie decine di milioni di bombe atomiche. I brillamenti delle stelle creano delle spettacolari protuberanze solari ed emettono fasci di vento solare molto energetico; in particolare la radiazione emessa da questi fenomeni nel Sole può rappresentare un pericolo per le navi spaziali al di fuori della magnetosfera terrestre, e che interferisce con le comunicazioni radio sulla Terra. I brillamenti sono spesso associati alle macchie solari e sono probabilmente causati dal rilascio di energia in occasione del fenomeno di riconnessione delle linee di campo magnetico.

Questi fenomeni furono osservati per la prima volta nel 1859 dall'astronomo britannico Richard Christopher Carrington, e recentemente sono anche stati osservati su varie altre stelle. La frequenza dei brillamenti varia: da molti al giorno quando il Sole è particolarmente "attivo", a circa uno alla settimana quando invece è "quieto". Essi impiegano molte ore o anche giorni per "caricarsi", ma l'eruzione solare vera e propria impiega pochi minuti per rilasciare la sua energia. Le onde d'urto risultanti viaggiano lateralmente attraverso la fotosfera e verso l'alto attraverso la cromosfera e la corona, a velocità dell'ordine di 5.000.000 di chilometri all'ora (ovvero 1.389 km/s, contro i 300.000 chilometri al secondo della velocità della luce).

wikipedia

IL VIDEO DELL'ERUZIONE SOLARE

Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner
fbPixel