Google+
Ci siamo trasferiti sul .com



La frana che minaccia Napoli e la tomba di Totò.


clicca qui per le news su Kayenna.com

La frana alla tomba di Totò Per me la livella è reale, non è una poesia. Non esistono morti più importanti di altri. Bisogna avere rispetto di tutti

Con queste parole Liliana De Curtis, figlia di un principe, in arte Totò, lancia il suo grido d’allarme per lo stato di degrado ed abbandono in cui versa il cimitero monumentale napoletano "Del pianto". Insieme alla tomba di Toto', il luogo sacro ospita anche artisti del calibro di Eduardo Scarpetta, Caruso, NinoTaranto, e migliaia di altri comuni cittadini napoletani passati a miglior vita ( d'altra parte come diceva Antonio de Curtis la morte rende tutti uguali)...

L'allarme è stato lanciato stamattina dal quotidiano napoletano il Mattino, in realtà però il degrado della stuttura era sotto gli occhi di tutti da anni; destano scalpore le immagini che stanno facendo il giro del mondo: tombe scoperchiate, frane ed ossa disseminate come immondizia. Il cimitero sorge sulla Collina del Paradiso che sta franando, è instabile perchè adagiata su un sottosuolo di tufo, come gran parte di Napoli. Dopo il 1980 in seguito alterremoto in Irpinia fu esguito un intervento  con lo scopo di  salvaguardare il cimitero. Fu eretto un muro di cemento come  protezione contro le frane, ma il muro é crollato. Ora, forse, grazie al grande Totò e alla storia della sua ultima dimora terrena, qualcuno cercherà di sistemare le cose, innalzando altre pareti di cemento, ma quello che manca da troppo tempo è il rispetto per una città meravigliosa, abitata da un  popolo che appare sempre più rassegnato al proprio destino.

Mario Guarini

IL CIMITERO MONUMENTALE DEL PIANTO


Visualizzazione ingrandita della mappa

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner
fbPixel