Google+
Ci siamo trasferiti sul .com



Emma Marrone a Domenica in: "...avete rovinato il giorno più bello della mia vita"e Maria De Filippi emula il Premier.


clicca qui per le news su Kayenna.com

Emma Marone Sanremo. Con il brano "Arriverà'" Emma Marrone ieri sera si è classificata seconda al 61° Festival della Canzone Italiana, mentre oggi è stata coinvolta nella bagarre, casuale o voluta, sorta durante il programma di Raiuno Domenica in. La ragazza ha, con lucidità ed intelligenza, interloquito e risposto fino alla fine delle polemiche quando, ormai senza parole e commossa, ha esternato di fronte ai presenti : " avete rovinato il giorno più bello della vita mia". Ed i presenti erano: Vittoro Sgarbi, Iva Zanicchi, il conduttore Massimo Giletti collegato poi via telefono con Maria De Filippi padrona di casa del programma Amici su Canale 5, il Talent cioè da cui arriva Emma. Questa notte la cantante aveva dichiarato in conferenza stampa: "Vengo da un anno fantastico davvero, di conferme, di avventure, spesso critiche, però, questo Sanremo io nel mio cuore l'ho vinto perché ho imparato a camminare da sola, non ero protetta da nessuno, non ero nel guscio. Ce l'ho fatta, ce l'ho fatta !!". La 26enne fiorentina, che vive in Salento (Puglia), si è aggiudicata ieri il secondo posto al Festival, insieme con i Modà.

Che cosa è successo oggi? Massimo Giletti racconta della partecipazione di Emma alla manifestazione del 13 febbraio scorso Se non ora quando?, dicendo così: "Emma ha partecipato alla manifestazione a favore di tutte le donne svoltasi in tutte le piazze italiane e Santoro ha subito intuito che poteva cavalcare Emma e far vedere e ascoltare che cosa pensa Emma". A questo punto il conduttore lancia il servizio di Annozero con l'intervista in piazza della ragazza che dice: " Io ha avuto modo di parlare con le mie ragazze, per far loro ascoltare cose diverse dalla televisione...(..) Se vuoi prendere scorciatoie sei libera, però poi sei tu che ti devi guardare allo specchio..." diceva nell'intervista di Annozero Emma... A servizio concluso, dopo cioè l'intervista di Annozero mandata in onda da Giletti nel corso dell'Arena, arrivano le varie critiche come da copione, quindi l' "opinione degli opinionisti". Klaus David "spiega" la cattiva influenza della ragazza sul pubblico, senza contare il rischio per la sua immagine, la perdita di consensi come artista, la pubblicità negativa... ad incalzare ci pensa invece la parlamentare europera Iva Zanicchi del Pdl amica del Premier ed ex dipendente Mediaset, la quale coglie, prima di tutto, l'occasione per dichiararsi contraria alla manifestazione di domenica scorsa, ma Emma comincia col rispondere senza mezzi termini a Klaus David:" Intanto - dice la Marrone - sarebbe veramente una roba mostruosa vivere la propria vita artistica basandosi su un televoto...(..) Non sono scesa in piazza contro un partito o un altro, ma per un concetto e non per fare la bigotta, perché metto anch'io le minigonne, mi sono fatta un Sanremo con gambe di fuori, ma il problema è l'intenzione con cui si porta la coscia di fuori, la mentalità..." Giletti la ferma e chiama a parlare Iva Zanicchi, che prontamente interviene con esortazioni dapprima suadenti: "Emma ti ricordi la tua storia che è come la mia? Vengo anch'io da una famiglia molto umile, l'affetto della mia mamma... ma voglio dire che tu sei una ragazza molto intelligente... però la manifestazione di domenica... non è che le donne... quelle che erano in piazza erano "le per bene e le assenti erano le per male" - (Iva  Zanicchi che era assente azzarda quindi un immaginario Eva contro Eva)  - allora bisogna stare attenti alle strumentalizzazioni!!! Perchè io - continua la parlamentare Pdl- sono una donna del popolo, lì mi è sembrato che qualcuno abbia organizzato una strumentalizzazione.. contro Berlusconi!!!!" Ribadisce alzando la voce Iva Zanicchi; ma anche stavolta la ragazza, un po' più provata rispetto all'inizio del dibattito ed al suo ingresso in studio come artista reduce dal successo di un Festival della canzone italiana, risponde a tono: " Io veramente non mi sono affatto sentita strumentalizzata domenica scorsa... Riguardo a queste ragazze ho detto: chiediamoci il perché si trovino in queste condizioni"...Ha parlato quindi di pietà per ragazze così... mettendo in luce un problema di costume e corruzione come viatico per la carriera, ma facendolo però con la purezza dei suoi vent'anni o meglio del suo carattere nel posto sbagliato, ossia nel ginepraio di tutto ciò e  spiazzando il conduttore e i tre opinionisti presenti. Nessuno di questi, infatti, ha saputo o voluto dare una risposta sull'argomento, che fosse etica e soprattutto dovuta tanto più sulla rete ammiraglia del servizio pubblico e nella trasmissione della domenica confezionata per le famiglie quindi guardata a quell'ora (circa le 14.30) da milioni di persone d'ogni età. L'ultima speranza di uscirne a quel punto, date le disarmanti e franche risposte della giovane cantante, rimane il "buttarla  in cagnara", operazione affidata al buon Vittorio Sgarbi che innesca un'inesorabile escalation verso il fondo con prepotente per non dire incivile violenza verbale, il tutto condito da un cattivo gusto imbarazzante. Il critico d'arte "opinionista" si vede costretto a rilanciare, urlando a squarciagola come un forsennato nell'unico intento e via rimasti percorribili: assolviamo le escort e chi prende scorciatoie, perché lo fan tutti! "Tutti - dice infatti Sgarbi - da me a Maria De Filippi passando per Sofia Loren le scorciatoie le abbiamo prese tutti!!. " A questo punto come finale, prima del blocco pubblicitario, passano la telefonata in diretta della padrona di casa di Amici, la quale chiamata in causa e facendosi interprete delle urla dell'amico Sgarbi, dichiara pacatamente davanti a milioni di telespettatori: " Quando Vittorio fai quell'invettiva, la fai animata perchè i toni sono animati: quindi lui lo fa solo per farsi capire - (nessun tono altrui era invero egualmente "animato", né tantomeno lo erano sicuramente le oneste e lucide risposte della giovane Emma) -  usi la tua dialettica per sostenere che la pietà non è la parola consona a persone che hanno fatto delle scelte, e penso che lui - (Vittorio Sgarbi) -  in questo abbia ragione..." L'applauso scrosciante del pubblico a questo punto (spontaneo o meno) arriva sulle parole della conduttrice di Canale5, poi Vittorio Sgarbi insiste su questa linea: " Io sono inseguito da persone che da anni mi dicono lei deve tutto a Costanzo! ...Conosco benissimo la De Filippi - dice Sgarbi -  perchè andavamo insieme da Costanzo e ho detto che se volessimo giudicarla con le parole di Emma, Maria De Filippi ha usato una scorciatoia, invece no: ha solo incontrato un uomo  potente, ne ha capito il potere e ha lavorato con lui, ha fatto bene!!!". De Filippi aggiunge: " L'altra cosa che voglio dire, rispetto a ciò, è che è vero che io e Vittorio ci incontravamo spesso al Parioli, ma a differenza mia, Vittorio non ha avuto nessun rapporto sessuale con Maurizio...io sì!!!" Qui la conduttrice viene interrotta dalle lodi di Vittorio Sgarbi che commenta compiacente: " brava, brava, brava... brava" e la De Filippi quindi conclude "Io alla fine della serata andavo a letto con Maurizio la sera, lui no... !!" Poi rivolgendosi finalmente alla povera cantante lì presente ed introdotta come giovane strumentalizzata da Santoro la De Filippi ammette e dice: " Scusa Emma...se tutto questo ha spostato l'attenzione da altri discorsi"...come ammettere  che la giovane sia stata dai cinque portavoce di Raiuno, stavolta sì, strumentalizzata? Notevoli di sicuro, inoltre, non sono state tanto e solo le battute chiassose, tracotanti e volgari, fatte con arroganza e dettate forse più che da copioni scritti, dalla oggettiva difficoltà del momento; notevole piuttosto è stato quanto non detto, l'inadeguatezza cioé dei presenti all'etica dei contenuti.

Il tentativo, molto evidentemente quest'oggi a Raiuno, era quello di ammorbidire l'irritazione di molti telespettatrici e telespattatori per l'attuale degrado sociale e politico, provare a smorzare un po' la "rivolta umana" esplosa in milioni di uomini e donne, cittadini italiani, spontaneamente come sottolineato dalla cantante Emma Marrone. L'intento è riuscito. Ce l'hanno fatta Iva Zanicchi Massimo Giletti Maria De Filippi Vittorio Sgarbi: si sono immolati sparando le ultime cartuccie (disperatamente alla fine anche le proprie)  per la loro forse ancora vitale causa. Hanno decentrato l'attenzione dalla corruzione, dalle "scorciatoie"  riguardanti i rapporti tra  Premier e giovani ragazze e con disperazione palese sono riusciti a spostare l'attenzione del pubblico dai particolari, squallidissimi, riguardanti potere e raccomandazioni varie.. specie in tv. Si sono, infine, autocostretti a mostrare quelle proprie di "scorciatoie", da eroi fedelissimi.

Rattristata, però, oggi non sia Emma. Alla fine del "casino", per dirla alla Sgarbi, con sincerità disarmante e svergognante, dopo l'ultima battuta - ammissione di una spavalda e sicura di sè Maria De Filippi, quasi emulatrice del Premier, Emma si è lasciata sfuggire tra i denti, pensandosi forse non inquadrata da telecamere: "Avete rovinato il giorno più bello della vita mia"; no non sia lei dispiciuta, Emma ha vinto. Sono i cinque urlatori, visibilmente in difficoltà, che oggi invece hanno perso, sicuramente e intanto la faccia.

Viene addirittura in mente uno slogan scritto su uno dei cartelloni mostrati dai manifestanti domenica scorsa 13 febbraio in una piazza di Napoli, uno slogan che diceva più o meno così: "Il re è nudo, i suoi servi in mutande". Ciò oggi si è capito e si è visto assai bene. La nostra "pietà" quindi, cara Emma a cui facciamo il nostro in bocca al lupo ed augurio di non cambiare mai strada facendo, più che alle escort del Premier va soprattutto a loro: ai servi.    

Doveredicronaca


PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO ANCHE VIA FACEBOOK CLICCARE QUI

Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner
fbPixel