Google+
Ci siamo trasferiti sul .com



Cultura e spettacolo

Da venerdì 15 maggio 2015, Teatro Sannazaro di Napoli I Love Napoli Cafè Chantant

Mercoledì 13 Maggio 2015 17:21


clicca qui per le news su Kayenna.com

Da venerdì 15 maggio 2015, Teatro Sannazaro di Napoli I Love Napoli Cafè ChantantFinale di stagione all’insegna di atmosfere avvolgenti per il Teatro Sannazaro di Napoli, da venerdì 15 maggio 2015 alle ore 21.00 (repliche dal venerdì alla domenica fino al 24), con il debutto di I Love Napoli Cafè Chantant, allestimento teatrale di Lara Sansone dal forte carattere partenopeo, che, quest’anno, sarà in scena nel mese di maggio, a chiudere in bellezza la stagione teatrale della storica sala di via Chiaia.
Un preludio al prossimo ventennale del tradizionale spettacolo, riscoperta di un genere prezioso, antico, ma mai vecchio, che, nella stagione teatrale 2015/2016, sarà celebrato con una specialissima edizione.
Nel mese di maggio, inoltre, la città di Napoli è meta di numerosi turisti, ai quali, da sempre, il Cafè Chantant dedica grande attenzione, cercando di accoglierli al meglio con la musica, l’allegria e la verve delle soubrette, e il coinvolgimento e la magia di uno spettacolo da ascoltare, vedere, gustare ai tavolini, lasciandosi incantare dall’esplosione mediterranea.
Nato dall’idea di trasformare la platea del Sannazaro in una vera sala da caffè concerto belle époque, lo spettacolo riassume quel concetto di napoletanità che trova i suoi punti di forza nella riproposizione dei grandi capolavori della melodia partenopea, con qualche accenno alla prosa dei nostri celebri autori, facendo, di tanto in tanto, qualche incursione nella musica internazionale.
I protagonisti, Lara Sansone, Luca Sepe, il trio Ardone, Peluso e Massa, unitamente all'Orchestra e il Balletto del Teatro Sannazaro e un nutrito cast di cantanti e attori, faranno rivivere, in scena, i fasti del glorioso spettacolo d’altri tempi.
Un trionfo di sogni e di colori, che renderà omaggio alla città di Napoli, offrendo una serata all'insegna della musica napoletana e internazionale, avvolti in un’atmosfera speciale e affascinante.
“In un periodo tanto confuso – sottolinea Lara Sansone -  dove sul nostro mestiere insistono, più che mai, problematiche di vario tipo, noi non abbandoniamo la nostra storia, anzi, ripartiamo da essa più che mai, consapevoli che possa essere proprio la nostra tradizione a fare la differenza. E lo dimostrano i fatti, lo dimostra il pubblico, che ci premia sempre e riesce a trasformare questo spettacolo in una festa. Artisti, cantanti e ballerini, formatisi nelle grandi compagnie classiche, si divertono a cambiare pelle e a mettersi a servizio di un “gioco” teatrale antico, che strizza l’occhio all’attualità, proprio come avveniva più di cento anni fa, nei mitici saloni del “Cafè Chantant”.
Canzoni, colori, sciantose, ballerine, comici, poesia, musica, seduzione, orchestra dal vivo, degustazioni ai tavolini dei prodotti tipici campani, il Cafè Chantant è questo e molto altro ancora. Un viaggio che incontra la nostra cultura, la nostra città, e che, idealmente, tocca Capri, Sorrento, la notte al chiaro di luna, trasportati dalla fantasia, fino a creare un ponte ideale con Parigi, New York, San Paolo do Brazil, Madrid.

 

L'Asino che vola, Roma SENZA DUBBI edizioni musicali presenta le ultime 3 proposte discografiche ATTILIO FONTANA, MATTEO BECUCCI, MIRIAM MASALA

Martedì 05 Maggio 2015 18:17

L'Asino che vola, Roma SENZA DUBBI edizioni musicali presenta le ultime 3 proposte discografiche ATTILIO FONTANA, MATTEO BECUCCI, MIRIAM MASALAUna cornice importante quella de L'asino che vola a Roma, all'interno della quale l'etichetta discografia SENZA DUBBI di Modena organizza una serata speciale.
Attilio Fontana, Matteo Becucci e Miriam Masala presentano i rispettivi dischi in un alternarsi musicale sul palco di uno dei principali locali di tendenza di Roma.
Tre artisti molto diversi, con percorsi artistici che si muovono tra la musica, il teatro e la televisione.Tre dischi che raccolgono la vita di artisti in momenti molto importanti della propria vita.Tre voci importanti che si accompagnano a testi intensi e attenti per una serata di musica cantautorale, elegante e raffinata.
Tutti e tre, inoltre, fanno parte della Nazionale Italiana Cantanti, attesa sul campo dello Juventus Stadium il prossimo 2 Giugno per la Partita del Cuore 2015.

Attilio Fontana, già leader de “I ragazzi italiani” (sei album, un disco di platino, due dischi d’oro e un album in Castigliano per il Sud America), negli anni si è dimostrato un artista completo e poliedrico. Ha calcato importanti palchi teatrali partecipando a spettacoli e musical di fama internazionale quali Hair con le musiche di Elisa, la Tosca di Lucio Dalla e molti altri. In TV ha recitato all'interno di film per la televisione e fiction e ultimamente è stato vincitore di due edizioni di “Tale e Quale Show”. A novembre 2014 ha pubblicato il suo secondo album solista “Formaggio”, un disco importante che vede la partecipazione di alcuni tra i migliori musicisti e arrangiatori della scena musicale, tra i quali Clemente Ferrari e Massimo De Domenico. Inoltre Attilio è ospite fisso all'interno della trasmissione Webnotte condotta dalla coppia Assante e Castaldo.

Matteo Becucci è stato il vincitore e la rivelazione della seconda edizione di X Factor. Da allora ha pubblicato 4 album di inediti, l'ultimo “TuttiQuantiMery” è di dicembre 2014. TuttiQuantiMery è un concept album. La colonna sonora di una storia, quella di Mery, della sua vita, dei suoi sogni, dei suoi gatti, del suo nemico; una storia reale, ma anche fantastica. Una storia che vuole essere specchio di ogni essere vivente alla ricerca del centro di se stesso. Il disco contiene 7 tracce di cui 2 bonus-track, "Vorrei incontrarti tra 100 anni" con Serena Rossi (vincitrice di Tale e Quale Show, compagna di avventure), e “Fare a meno di te”, di e con Luca Chiaravalli. Come Attilio, anche Matteo ha partecipato alla trasmissione “Tale e Quale Show” all’interno della quale ha confermato una forte predisposizione allo spettacolo.

Miriam Masala, classe 1992, è all'inizio del suo percorso discografico. Dopo aver partecipato a molti concorsi canori è approdata nel 2013 alla trasmissione Amici di Maria De Filippi che l'ha vista arrivare alle fasi serali, riscuotendo un buon successo tra il pubblico televisivo. Ad ottore 2014 ha pubblicato il suo primo EP per la Senza Dubbi dal titolo “Ancora un po'”: un disco d’esordio che vede tra gli autori anche il suo compagno di scuderia Matteo Becucci.

 

BARDAMU’, parte da Roma “LE NOTTI BIANCHE YOUTUBE LIVE TOUR”

Martedì 05 Maggio 2015 18:03

 BARDAMU’, parte da Roma “LE NOTTI BIANCHE YOUTUBE LIVE TOUR”Una serie di secret-show annunciati in rete poche ore prima del loro inizio, in diretta YouTube dall’Italia e dall’estero. E’ questo “Le notti bianche – YouTube live tour”, il tour del duo Bardamù ((Alfonso Tramontana e Ginaski Wop) che partirà il 7 maggio  prossimo da Roma, alle ore 20.00, da “Il Barattolo”,  l’originale book-bar nel cuore di Borgo Pio (al civico 192): l’occasione per presentare l’album, “Le notti bianche” appunto,  ma anche per testare le potenzialità del canale live streaming dei Bardamù
Un progetto totalmente libero e dedicato alla rete quello dei Bardamù che hanno voluto anche che il loro disco fosse disponibile sin da subito in free download.
"Dato che quello del musicista è un lavoro autonomo – spiegano -  tanto vale bypassare i filtri relativi a booking e palinsesti spesso molto intasati, e rivendicare l'autonomia nel modo più diretto e indie possibile: una webcam e un Wi-Fi. È anche un modo per arrivare a più persone contemporaneamente, scegliendo le location in base al momento e alla qualità del segnale, naturalmente”. “Non è un modo di evitare o snobbare i club – precisano Alfonso e Ginaski  -  realtà dalla quale proveniamo, tanto è vero che questo tour parte da Il Barattolo, che è un locale predisposto, tecnicamente e idealmente, all'ascolto e all'arte".

Il nuovo lavoro discografico dei Bardamù si compone di 8 tracce inedite, dove “distanze” e “innocenze” fanno da filo conduttore. “Sound e testi – spiegano i Bardamù -  intendono condurre ad una dimensione rarefatta, iperreale, come a inseguire e rifugiarsi in quelle innocenze che, ormai, geografie e tempo hanno reso distanti”.
Il riferimento letterario del titolo “Le notti bianche” è palese: come nell’omonimo romanzo di Dostoevskij la sequenza sonora del disco è scandita per blocchi: 4 notti e un mattino.
Di notte in notte - fino a un mattino pieno di verità - si articolano storie d’amore, di quartieri, di amici turbolenti, di autostrade, di bar e di cieli fumosi.

(Prima notte) - Incipit;
(Seconda Notte) - La notte a Milano; E balleremo l’amore;
(Terza Notte) - Punto di corda; Via della Vite;
(Quarta Notte) - Onda;
(il Mattino) - interludio (nda); Mentre fuggivi via;

Le notti bianche è il secondo disco ufficiale del duo Bardamù.

 

TERMINA «FORTI SENZA VIOLENZA»: SUCCESSO A BENEVENTO PER IL MUSICAL CON IL GEN ROSSO E I GIOVANI DI OFFICINE DI FRATERNITA’

Martedì 05 Maggio 2015 17:54

TERMINA «FORTI SENZA VIOLENZA»: SUCCESSO A BENEVENTO PER IL MUSICAL CON IL GEN ROSSO E I GIOVANI DI OFFICINE DI FRATERNITA’«La realizzazione di un sogno»; «Un’avventura indimenticabile»; «Un’esperienza che mi ha permesso di mettermi in gioco e di aprire il mio cuore ad altri ragazzi come me, dandomi il coraggio di mostrare un lato che non credevo potesse emergere e soprattutto piacere agli altri»; «Ho imparato cosa vuol dire fidarmi degli altri e di me stessa»; «Ho conosciuto persone meravigliose e ho avuto la fortuna di incontrare nuovi amici»; «Ho capito che le paure vanno affrontate e superate, che una passione va inseguita, con duro lavoro e sacrifici»; «Ho sempre avuto difficoltà a legarmi agli altri, anche ai ragazzi della mia stessa età, perché sono una ragazza abbastanza chiusa e ho bisogno di tempo per fidarmi e per aprirmi. Ma stavolta è stato diverso, condividendo le stesse emozioni e gli stessi obiettivi ho capito che potevo fidarmi ed è stata una scoperta indescrivibile». Sono solo alcuni dei commenti entusiasti dei 150 giovani del progetto “Officine di Fraternità”, all’indomani dalla messa in scena del Musical “Streetlight” col Gruppo artistico internazionale del Gen Rosso. Dopo soli tre giorni di prove e workshop col Gruppo di artisti, domenica pomeriggio e ieri mattina i ragazzi sono saliti sul palco del Paladua di Benevento e si sono trasformati in cantanti, ballerini, attori, musicisti, ma hanno dato un notevole contributo anche dietro le quinte come sceneggiatori, addetti alle luci e al suono, per far sì che “Streetlight” diventasse il “loro” spettacolo. Una storia vera ambientata in un ghetto di Chicago che ha insegnato a questi giovani quanto sia importante lottare per la pace e per la solidarietà, anche quando in gioco ci sono esperienze di vita, origini e religioni diverse. L’esperienza vissuta dal 1 al 4 maggio a Benevento rimarrà per sempre impressa nei loro cuori, ha contribuito a renderli più forti e sicuri di se, ma soprattutto a superare pregiudizi e diffidenze. Da diversi anni, infatti, il Gen Rosso porta “Streetlight” in giro per il mondo, nell’ambito dell’azione «Forti senza violenza», e coinvolge giovani con problemi familiari, carcerati, persone povere ed escluse dalla società con l’unico obiettivo di gridare forte il suo “no” alla violenza. Ma stavolta l’entusiasmo e la gioia dimostrati dai partecipanti al progetto Officine hanno superato perfino le aspettative del Gen Rosso, completamente invaso dall’affetto di questi giovani semplici, pieni di vita, bisognosi di qualcuno pronto a credere nelle loro potenzialità.

 

“Le tre Signorie” Una manifestazione d’arte nel Palazzo Baronale del Parco del Treja

Mercoledì 22 Aprile 2015 06:57

“Le tre Signorie” Una manifestazione d’arte nel Palazzo Baronale del Parco del TrejaIl Palazzo Baronale degli Anguillara, del Parco del Treja, da sabato 25 aprile a sabato 2 maggio sarà ancora una volta la sede di una manifestazione d’arte: la mostra premio di pittura e scultura “Le tre Signorie”. L’organizzazione è stata curata dall’associazione Culturale ALBA e ha avuto il patrocinio del Comune di Calcata e del Parco stesso.

Al termine dell’esposizione il gradimento espresso dai visitatori indicherà le opere che avranno riscosso maggiori apprezzamenti; il giudizio della giuria popolare sarà coadiuvato da quello di critici d’arte di grande esperienza, per individuare i vincitori del premio. Il nome del premio “Le Tre Signorie” deriva dalle tre famiglie storiche: “i Sinibaldi, gli Anguillara e i Massimo”, che si sono avvicendate nei secoli come sovrani del territorio di Calcata.

“È con un pizzico di orgoglio che ospitiamo la mostra “Le tre Signorie” – confessa il presidente del Parco Luciano Sestili – perché racchiude in sé la storia più antica di Calcata, un borgo dalla storia millenaria, di cui ripercorriamo le origini nei lavori dei tanti artisti che offrono il loro contributo, per mantenere vivo un patrimonio di storie e leggende, che rendono unico questo luogo.”

L’evento sarà inaugurato dal presidente del Parco Luciano Sestili, alle ore 16 di sabato 25 aprile.
La premiazione finale avverrà alle ore 16 del 2 maggio, giorno di chiusura della manifestazione.

 

Pagina 1 di 49

«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner
fbPixel