Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character
Ci siamo trasferiti sul .com



Cultura e spettacolo

Sabato 22 Novembre 2014 14:34


clicca qui per le news su Kayenna.com

FEDRA – diritto all’amore al TEATRO STABILE D'INNOVAZIONE GALLERIA TOLEDO Dal 25 al 30 Novembre al Teatro Stabile d’Innovazione Galleria Toledo andrà in scena “Fedra diritto all’amore”, per la regia di Consuelo Basilari e il testo originale di Eva Cantarella. A interpretare il ruolo di Fedra sarà la straordinaria Galatea Ranzi (Premio Eleonora Duse 2012).
“La Nuova Fedra nella trasfigurazione della morte diventa simbolo della libertà e paladina del Diritto universale all’Amore. Ella nasce dal cambiamento, ovvero dalle ceneri della Fedra prigioniera della classicità. Il risultato è un’operazione molto attuale. Nel tentativo di visualizzare emotivamente l’interiorità dell’eroina tragica di Euripide, si raccolgono i retaggi della più moderna visione poetica della classicità. La tecnica delle proiezioni e del multimediale supporta la drammaturgia del testo classico con un nuovo livello di linguaggio che si intreccia e si compenetra con la parola.” (Consuelo Barilari)
Quella interpretata da Galatea Ranzi è una Fedra profondamente moderna. L’eroina del teatro greco, moglie in seconde nozze di Teseo e travolta dalla passione fatale per il giovane figliastro Ippolito, diviene in questa trasposizione una donna consapevole anche se tormentata, ribelle e determinata nella trasgressione, pronta a sfidare nella ricerca della libertà la condanna morale della famiglia e della società. Un personaggio dirompente, profondo, sfaccettato, molto evoluto, capace di capire come rompere gli schemi e l'ordine della cultura patriarcale pur nel terribile tormento mentale. Non c'è predestinazione divina né maledizione genetica in questa nuova Fedra. Passione e intelligenza unite spingono la “luminosa” (questo il significato letterale del nome) a trasgredire; in lei il cambiamento è l'esigenza primaria a cui rispondere con il proprio istinto.
Non meno moderna e dirompente della scrittura è la messa in scena, ideata dalla regista Consuelo Barilari, Direttore Artistico del Festival dell’Eccellenza al Femminile, che si ispira all’atmosfera del cinema “noir” e che colloca Fedra, l’eroina di Euripide, in una “altra” dimensione, creando un nuovo potente immaginario che la presenta in una modernità stilizzata nel glamour degli anni sessanta, tra raffinatissime toilettes, turbanti e pettinature platinate perfette.
Una Fedra bellissima e misteriosa, amata e rispettata, che ha fama, ricchezza, potere, e ci ricorda per motivi diversi Jaquelin Onassis, Grace Kelly, Maria Callas: la nostra eroina è una diva, tormentata, forte e fragile assieme.
La recitazione è cinematografica, ella si muove in un “campo medio”, dove l’azione e il dramma sono sempre al centro dell’attenzione, di fronte a un terzo occhio, quasi una immaginaria video camera fissa che la spia costantemente, anche nelle emozioni più profonde mentre l’ambiente è relegato al ruolo di sfondo.
Solo un grande oggetto, una sorta di installazione, sta al centro della scena.
Fedra intravede attorno a sé i fantasmi dei personaggi del dramma, e confonde la propria immagine con se stessa nel gioco di luci e ombre, in continuo scambio tra Mito, contemporaneità e altro reale.

 

Martedì 18 Novembre 2014 15:53

“ LA VITA E’ IL VERO SBALLO: salute e alcol nei giovani ”Organizzato dalla Direzione Generale di Careggi con la Onlus Generazioni-Contatti ed il Centro Alcologico Toscano per il progetto “BEVI CON LA TESTA”;  obiettivo la sensibilizzazione sul tema consumo di alcool e conseguenze sulla salute che provoca 11 morti e 800 feriti al giorno sulle nostre strade ( di cui oltre il 25% per cause alcol-correlate ).
L’incontro fra una platea di 500 studenti delle scuole medie superiori della Provincia, alla presenza di  Autorità e personaggi che rappresentano il giornalismo, l’arte, la cultura, lo spettacolo per un dibattito aperto sui motivi che stanno portando ad un sempre piu’ complicato modo di divertirsi attraverso l’uso di sostanze, alcoliche e non, con comportamenti  e mode, spesso importate dall’estero, dalle conseguenze letali per la salute e l’alto tasso di mortalità ed invalidita’ permanente sulle strade della Penisola.
Come accaduto fin dal 2008, anno di nascita del progetto, le esperienze acquisite durante la giornata di lavoro, porteranno a futuri indirizzi di progettualità sui territori dove gli studenti organizzano eventi e manifestazioni atte alla sensibilizzazione di giovani e adulti ad un divertimento responsabile.

Sono previsti le proiezioni dei video dagli studenti sia di carattere formativo sul  tema “abuso di alcol e guida sicura” oltre allo spot dal piu’ famoso cartoonist italiano, Bruno Bozzetto, sulla sicurezza stradale e i video-selfie di Diego Abatantuono, Cristiano Militello, Ficarra e Picone, Pino Insegno, Piero Angela, Dario Ballantini, Margherita Hack, Paolo Hendel, Giobbe Covatta, Enzo Iacchetti, Michele Placido, Jerry Cala’.

Maggiori informazioni sulle iniziative del progetto: www.testadialkol.it e pagina Facebook “testadialkol” e Twitter @cupolino

 

Martedì 04 Novembre 2014 18:15

“La Romania vista da Roma” All’Accademia di Romania: quaranta dipinti della Scuola Romana di Pittura “Scienza dell’Arte”. Il titolo della mostra, “La Romania vista da Roma”, è un arguto gioco di parole con cui il pittore Marco Rossati, fondatore e direttore della “Scuola”, ha contrassegnato questa mostra che vede la luce in una delle Accademie più culturalmente attive, belle e splendidamente ubicate che la Città Eterna vanti sul suo territorio.
Ormai al suo diciottesimo anno di attività, la Scuola Romana di Pittura “Scienza dell’Arte”, punta a tramandare, a giovani e non, il bagaglio di conoscenze specifiche, tecniche sofisticate, saperi ereditati di generazione in generazione attraverso i secoli, affinché sopravvivano all’imperversare del “neo modernismo” e continuino a essere strumento vivo d’espressione dell’arte, ossia del pensiero, dei sentimenti, delle lacerazioni del tempo presente.
“Scienza dell’Arte” (locuzione leonardesca) è un’associazione culturale totalmente autogestita da artisti, estimatori e studenti di pittura letteralmente “indignati” dagli effetti deleteri che il tardo modernismo sta esercitando sull’arte e la cultura in generale. Amanti della pittura delusi dalla pluridecennale inadempienza delle istituzioni didattiche (accademie di belle arti, licei artistici, istituti d’arte…) ed espositive (MAXI, MACRO, GNAM e tutta l’infinita congerie di luoghi espositivi pubblici talvolta “ornati” da acronimi rivelatori.
Scrive Rossati nella presentazione: “… Vivere in Italia, vivere a Roma, oggi significa una molteplicità di incontri e sollecitazioni interetnici e interculturali un tempo inimmaginabili e gran parte dei quali costituiti dalla folta presenza di cittadini romeni, ormai da noi attivi e presenti un po’ dovunque. Può succedere, allora, che per un artista (o per una Scuola di artisti) questa presenza diventi fonte di curiosità intellettuale. Può succedere che si sviluppi il desiderio di "indagare" sul mondo romeno (coi propri strumenti, nella fattispecie con la pittura). Indagare artisticamente se non sulla realtà romena nella storia e nella sua essenza, sulle idiosincrasie creative che tale apporto può essere capace di far scaturire in un pittore romano…”
La mostra, ricca e variegata, presenta, oltre quaranta tra dipinti e disegni di pittori disuguali negli interessi e nei risultati, ma tutti tesi a un’idea di arte di alti intenti e ambizioni, che alcuni di loro riescono a realizzare con opere inequivocabilmente di alto livello.
Espongono: Anna Caprioglio, Barbara Di Massimo, Giuseppe Dente, Alessandra Forteschi, Silvio Gorelli, Silvana Guzzo, Luisa Mancini, Pasquale Noia, Daniela Pappa, Silvia Pirozzi, Francesco Strano, Barbara Zechini.
“LA ROMANIA VISTA DA ROMA”
Dipinti e Disegni della Scuola Romana di Pittura “Scienza Dell’arte”.
A cura di Marco Rossati.
DAL 6 AL 12 NOVEMBRE 2014 - Vernissage: giovedì 6 ore 18 – Buffet.
ACCADEMIA DI ROMANIA – Sala Esposizioni - Viale delle Belle Arti, 110 – Roma.
Col Patrocinio della “UNIVERSITA’ ROMA 3”.
Informazioni: 06 3097982 - info@scienzadellarte.net - www.scienzadellarte.net

 

LA MERDA" di Cristian e Marta Ceresoli_ con Silvia Gallerano_dal 10 al 12 ottobre 2014_Galleria Toledo

Giovedì 09 Ottobre 2014 12:15

LA MERDADal 10 al 12 ottobre 2014, è di scena a Galleria Toledo lo spettacolo che ha già fatto incetta di premi internazionali, a cominciare dal primo posto al prestigioso Fringe festival di Edimburgo.
Un monologo scarno, “nudo” - è il caso di dire -con protagonista una donna minuta dagli occhi grandi ed espressivi, i capelli raccolti ai lati della testa ed uno sgabello a farle da trespolo.
Brillante lavoro di Cristian Ceresoli, LA MERDA – con Silvia Gallerano – gioca volutamente sulla nudità esposta del corpo per concentrarsi sulle insicurezze dell’individuo e di un paese intero allo sbando.
In questo testo c’è tutto, compromessi, mezzucci, il maschilismo becero e  volgare che domina una società insicura e bloccata. Ci sono le miserie dello show business, di quella tv che usa la donna come una bambola da gonfiare e sgonfiare a seconda delle mode e delle esigenze.
Ma c’è soprattutto lo smarrimento, in quelle urla che trasfigurano il viso della protagonista trasformandolo in un urlo di munchiano.  Grida assordanti e contratte. Sopite. Implose. La femmina si offre dal vivo come in un banchetto, pronta a venire sbranata da tutti. Una partitura poetica che nasce così dalla carne e alla carne ritorna, pur dentro una rigidissima confezione estetica. Applausi obbligatori.

La Merda ha come spinta propulsiva il disperato tentativo di districarsi da un pantano o fango, ultimi prodotti di quel genocidio culturale di cui scrisse e parlò Pier Paolo Pasolini all’affacciarsi della società dei consumi. Quel totalitarismo, secondo Pasolini, ancor più duro di quello fascista poiché capace di annientarci con dolcezza.

10 | 12 ottobre  2014

LA MERDA

di Cristian Ceresoli con Silvia Gallerano

una produzione di Cristian Ceresoli e Marta Ceresoli

con Richard Jordan Productions Ltd  Produzioni Fuorivia

e il supporto di Summerhall (Edinburgh, UK) e The Basement (Brighton,UK)

direttore tecnico Giordano Bruno  Giorgio Gagliano

direttore organizzativo Marta Ceresoli

acting director Silvia Gallerano

 

Le Pecore Nere e Vesuvio Teatro presentano : ONORA IL PADRE di Peppe Miale di Mauro_dal 2 al 5 ottobre 2014_ Galleria Toledo

Mercoledì 01 Ottobre 2014 13:24

Le Pecore Nere e Vesuvio Teatro presentano : ONORA IL PADRE di Peppe Miale di Mauro_dal 2 al 5 ottobre 2014_ Galleria Toledo Una donna tenta disperatamente di avere una relazione sentimentale e sessuale soddisfacente, e lo fa attraverso l’aiuto di un uomo, che poi scopriamo essere in rapporto con la sua famiglia. Famiglia, che lei ha abbandonato, e con la quale di rado e senza alcun piacere ha rapporti.

Onora il Padre ci conduce all’interno di un nucleo familiare poco contemporaneo, in cui vige ancora la legge del padre padrone e in cui si nascondono insidie pericolose. Un ritratto familiare nero, che attraverso silenzi assordanti, sguardi congelati, parole mozzicate, devianze barbariche e un terribile senso desertico delle emozioni, ci porta a scoprire il perché di quel condizionamento da parte della donna nelle relazioni di tipo sentimentale e sessuale.

“C’è del marcio in famiglia”, verrebbe da dire, e le pagine di cronaca sono piene di queste tristi storie. Onora il Padre prova a spalancare una delle tante porte dietro le quali si nascondono orrori, disagi profondi che riguardano uomini e donne apparentemente “normali”. Un destino che pare non lasciare alcuna via di scampo, in cui le vittime sembrano non conoscere altro mondo all’infuori di quello immorale della propria famiglia.

Sperando che in conclusione qualcosa possa consegnare alle vittime di questa storia uno spiraglio di speranza, consapevoli del fatto che cancellare sia una cosa impossibile.
Giuseppe Miale di Mauro

 

Altri articoli...

Pagina 7 di 49

«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner

Il Meteo

fbPixel