Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character


clicca qui per le news su Kayenna.com

Geppi Cucciari e Neri Marcorè conducono l’evento benefit Sardegna chi-ama.Conto alla rovescia per "Sardegna chi-ama", la lunga diretta di musica e spettacolo diretta dal regista Gianfranco Cabiddu, che, su Rai3, vedrà esibirsi un folto cast di artisti.

In programma sabato 31 maggio 2014, a Cagliari, nello spazio dell'Arena Grandi Eventi di Sant'Elia, "Sardegna chi-ama" è un'iniziativa ideata e diretta dal jazzista Paolo Fresu, condivisa dalla Fondazione Banco di Sardegna attraverso un contributo straordinario, e organizzata dall'associazione culturale Dromos di Oristano, il cui incasso verrà interamente destinato al ripristino delle 61 scuole danneggiate dall'alluvione che ha colpito la Sardegna lo scorso novembre.

Vale la pena elencare uno per uno gli artisti che hanno aderito a questa iniziativa di solidarietà: Gianna Nannini, Amii Stewart, Francesco Renga, Mauro Pagani, Eugenio Finardi, Gianmaria Testa, Marco Carta, Omar Pedrini, Claudio Coccoluto, i Perturbazione, Raffaele Casarano, musicista e direttore artistico del Locomotive Jazz Festival, il Devil Quartet, Raphael Gualazzi, Gaetano Curreri e gli Stadio, Paola Turci, Ornella Vanoni, Samuele Bersani, Ron, Cristiano De André, Alice, Lella Costa, Ascanio Celestini, Luca Aquino, Piero Marras, Tazenda, Luigi Lai, Elena Ledda, Antonello Salis, Gavino Murgia, NeonElio, Franca Masu, Sikitikis, Menhir, Salmo, Lavinia Viscuso, l'Orchestra d'archi del Teatro Lirico di Cagliari, oltre a Celso Valli nel ruolo di arrangiatore e direttore musicale, e al direttore artistico dell'evento, il jazzista sardo Paolo Fresu.

Ci saranno contributi video di altri testimonial che hanno aderito al progetto ma che non potranno essere presenti: Giorgia, Elisa, Franco Battiato, Claudio Baglioni, Paola Cortellesi, Alex Britti, Alessandro Bergonzoni, Piero Pelù, Fiorella Mannoia, Caparezza, Nomadi, PFM. Anche la radio seguirà l'evento con uno speciale di Caterpillar, in onda su Radio Due dalle 19:50.

Sarà un'autentica non-stop (inizio ore 20:00) il cui incasso e le somme raccolte attraverso donazioni spontanee verranno interamente devoluti a favore delle zone danneggiate dall'alluvione dello scorso novembre, il "ciclone Cleopatra" che ha colpito l'isola lasciando sul campo un pesantissimo bilancio.

Per partecipare alla raccolta fondi è sufficiente visitare la pagina http://www.retedeldono.it/sardegnachiama sulla piattaforma di crowdfunding Rete del Dono che permette di raccogliere le offerte attraverso un semplice click, oppure fare un versamento sul C/C di Sardegna chi-ama dal sito www.sardegnachiama.it.

Altri partner dell’evento sono Rai3 e Radio2, la compagnia aerea Meridiana, l’associazione culturale Time in Jazz, Tiscali, la Banca di Sassari, la Regione Autonoma della Sardegna, il Comune di Cagliari.
Ma anche singoli professionisti o creativi, come il designer Beppe Chia, che ha ideato il logo della manifestazione ispirandosi ai bronzetti nuragici.

La serata del 31 maggio è stata preceduta da altri cinque concerti sotto il marchio “Sardegna chi-ama” realizzati in diverse parti d’Italia con l’organizzazione di associazioni locali a Bologna, in Basilicata a Matera e Tito, in Veneto a Vigasio, in Puglia a Lecce, e a Padova.

"Sardegna chi-ama" non vuole però essere solo un grande evento di spettacolo, ma anche un'occasione per ragionare sulle cause profonde di quello e dei tanti eventi calamitosi che periodicamente flagellano il nostro Paese, sui temi ambientali e sul rapporto con i nostri territori. Ci sarà, quindi, un convegno “Riflessioni e politiche per il territorio” che si terrà al Tiscali Auditorium (Sa Illetta, Cagliari) il giorno 30 maggio con la direzione scientifica dell’ingegnere Alessandro Delpiano (direttore Settore Pianificazione Territoriale e Trasporti della Provincia di Bologna).

Il convegno, che costituisce la cornice di riferimento di “Italia –Paradiso”, il manifesto in sei punti per la tutela e la promozione del territorio italiano, sarà affidato alla conduzione del giornalista Gad Lerner e avrà come ospiti, tra gli altri, il Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, il Capo dipartimento Protezione Civile Nazionale Franco Gabrielli, il Presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru, il Sindaco di Cagliari Massimo Zedda e vedrà presenti in sala Sindaci, Presidenti di Provincia e Amministratori dei territori alluvionati, scrittori e artisti.

‘Il giorno dell’alluvione – racconta Paolo Fresu, ideatore e direttore artistico, – mi trovavo a casa, a Bologna, con gli occhi incollati alle news della TV. Ho pensato immediatamente a un grande evento per l’isola devastata. Da consumarsi non sull’onda dell’emozione ma quando si dimentica, forse troppo in fretta. Sardegna chi-ama nasce con il triplice obiettivo di recuperare soldi per le zone drasticamente colpite, riporre al centro dell’attenzione il ‘problema Sardegna’ e, non ultimo, intraprendere un più ampio percorso di riflessione sulle tematiche del rapporto uomo-ambiente, nella convinzione che la cultura sia il più efficace strumento di cambiamento dei comportamenti. La Sardegna dunque che non vuole chiedere l’elemosina ma che anzi si pone come soggetto propositivo e suggeritore per un ‘mea culpa’ sui temi ambientali e sul rapporto conflittuale con i nostri territori. Purtroppo non solo quelli sardi….

Se la musica e la cultura sono capaci di smuovere le coscienze in questo senso – conclude Fresu – queste acquistano un senso ancora più profondo, ritagliandosi un posto più definito nella società e dando forza al ruolo dell’artista come creativo reporter della realtà e suggeritore di nuovi percorsi. Ancora di più la ‘ri_costruzione’ delle scuole danneggiate dall’alluvione sarà il nostro progetto del futuro. Per un presente migliore’.

Banner

Il Meteo

fbPixel