Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character


clicca qui per le news su Kayenna.com

Giappone 10000 morti e rischio nucleare In Giappone, Paese devastato dal terremoto e dallo tsunami (le stime povvisorie parlano di circa 10000 morti), oggi si vivono ore da incubo per il rischio di fusione del nocciolo di due centrali nucleari danneggiate dal sisma. L'incidente nucleare giapponese viene classificato a livello 4 sulla scala INES dei fenomeni atomici, ovvero il quinto episodio più grave della storia civile. Ieri un'esplosione ha completamente distrutto un edificio della centrale di Fikushima; oggi gli uomini delle squadre di emergenza dell'esercito cercano, a rischio della propria vita, di raffreddare l'impianto con iniezioni di acqua marina e forti getti di aria fredda.

Le autorità giapponesi e gli esperti temono purtroppo che almeno in uno dei reattori si sia avviato il processo di fusione del nocciolo. Nel reattore 3 le emissioni di radiazioni superano di gran lunga il limite di sicurezza. Gli esperti definiscono questa situazione, di grave emergenza, il livello del liquido di raffreddamento è sceso tanto da esporre all'aria almeno 3 metri di barre combustibili.

Che la situazione stia peggiorando lo dimostra anche l'ordine di evacuazione che in principio era limitato a un raggio di tre chilometri dalla centrale, poi 10 e infine 20 km. Il rischio di contaminazione alla popolazione è enorme.

Il terremoto il Venerdì, con una intensità che è stato rivisto al rialzo a 9gradi della scala Richter, è stato troppo per la centrale di Fukushima I, di proprietà della Tokyo Electric Power (TEPCO) inaugurata nel 1971. I reattori 1, 2 e 3 si sono fermati automaticamente dopo il terremoto. Gli altri tre del grande complesso nucleare sulla costa erano in manutenzione.

PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO ANCHE VIA FACEBOOK CLICCARE QUI


Banner

Il Meteo

fbPixel