Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character

Pedofilia e Vaticano: da New York Jeffrey Lena difende Ratzinger


clicca qui per le news su Kayenna.com

New York, Stati Uniti. E' notizia di oggi: l'avlettera di Cardinal Ratzinger al vescovo americanovocato della Santa Sede negli Stati Uniti, Jeffrey Lena, sostiene che Joseph Ratzinger chiese al Vescovo di Oakland (California) di adoprarsi affinchè il prete con precedenti di molestie sessuali non commettesse piu' abusi, tutto qui. L'avvocato Lena poi entrando direttamente nel merito della lettera firmata da Ratzinger quando era Prefetto Congregazione per la Dottrina della Fede spiega che là dove nel testo Ratzinger esorta il vescovo al 'massimo della cura paterna'  verso il molestatore "padre Kiesle", lo fa solo per esortare il Vescovo americano J. Commins ad impedire al "giovane sacerdote" di commettere altri abusi.

Il Vaticano intanto aveva ribadito nei giorni scorsi la disponibilità Benedetto XVI ad  incontrare le vittime di pedofilia, ma il ciclone che investe da tempo la Chiesa cattolica imperversa... Come e perché? La lettera incriminante é stata fornita dall' Agenzia di Stampa Associated Press  al quotidiano Washington Poste e svela la nolontà di Ratzinger di rimuovere il sacerdote di 38 anni (era il 1985) implicato in abusi sessuali, pur essendo lo stesso Stephen Miller Kiesle a chiedere la dispensa dal sacerdozio da lui ottenuta comunque due anni dopo.
Con questa lettera Joseph Ratzinger risponde al Vescovo californiano opponendosi alla richiesta di dispensa e quindi la rimopzione di Stephen Keisle dagli incarichi sacerdotali...per un motivo specifico e cioè: " il bene della Chiesa universale". Il documento origiinale é dell'anno 1985, è un testo scritto in latino e rientra nall'ambito dell'abbondante corrispondenza risalente al periodo del caso Kiesle tra la Diocesi di Oakland  e il Vaticano.

Federico Lombardi, portavoce Vaticano, confermando l'autenticità della firma del Cardinale Ratzinger evita commenti, ma dice: "l'ufficio stampa non vede la necessità di commentare ogni carta presa fuori dal contesto in relazione ad una particolare situazione giuridica"...anche il Cardinal Bagnasco presidente della Conferenza episcopale italiana intervistato dalla Cnn ha difeso la linea adottata da Ratzinger, da lui definita:" trasparente e corretta ".

Questa intanto é la traduzione della lettera:

Eccellentissimo,

dopo aver ricevuto la sua lettera del giorno 13 settembre, a proposito della causa di dispensa da tutti gli oneri sacerdotali che riguarda il reverendo Stephanum Miller Kiesle, di codesta diocesi, è mio dovere comunicarti quello che segue.

Questo Dicastero, sebbene ritenga di estrema importanza gli argomenti addotti a favore della dispensa richiesta nella vicenda, stima però necessario considerare il bene della chiesa universale insieme a quello di colui che fa la richiesta e per questo motivo non può sottovalutare i danni che la concessione della dispensa provocherebbe nella comunità dei fedeli, in considerazione, soprattutto,della giovane età di chi fa la richiesta.

E’ quindi opportuno che questa Congregazione si accosti ad un esame alquanto accurato di un caso di tal natura, poiché richiederà necessariamente uno spazio di tempo piuttosto lungo.

Nel frattempo Sua Eccellenza non tralasci di seguire con cura paterna  il richiedente spiegando, inoltre, convenientemente al medesimo la ragione dell'agire di questo dicastero, che cos' suole procedere.

Nell'occasione, le esprimo i più alti sentimenti di stima, restando sempre la sua

                                        

                                                            Eccellenza reverendissima Cardinale Joseph Ratzinger"

Dovere Di Cronaca

Articoli correlati

Banner

Il Meteo

fbPixel