Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character
Ci siamo trasferiti sul .com




clicca qui per le news su Kayenna.com

Egitto: Mubarak si è dimesso Repubblica Araba d'Egitto. Il Cairo.  Le dimissioni del Presidente Hosni Mubarak non erano attese per oggi. La mattinata dell'ex Presidente egiziano era però iniziata con uno strano fermento. Partito in mattinata in elicottero alla volta della sua meta più consueta (la sua residenza privata di Sharm-el-Sheik usata dal Rais anche per moltissimi vertici internazionali...) atterra all'aeroporto locale nel sud della penisola egiziana del Sinai. Ma ancora nessuna parola viene pronunciata circa imminenti dimissioni. A rompere il silenzio arriva poi,  tra il giubilo di praticamente tutto il popolo egiziano e dell'opposizione al governo, l'annuncio in tv. Solo dopo qualche ora dall'abbandono della capitale Il Cairo e la fuga di Mubarak sulla costa del Sinai, arriva il discorso del vicepresidente Omar Suleiman, ex responsabile dei servizi segreti: "In nome di Allah il misericordioso e il compassionevole: cittadini, durante le difficili circostanze che sta attraversando l'Egitto il presidente Honsi Mubarak ha deciso di lasciare l'incarico di Presidente della Repubblica e ha incaricato lo Stato maggiore delle forze armate di amministrare gli affari del Paese. Che Allah possa aiutare tutti" ha detto. Trent'anni. Tanto è durato il Governo Mubarak. Nulla per ora si sa del destino del Primo ministro Ahmed Shafiq e dello stesso vicepresidente Suleiman. Le dimissioni infatti, non erano né volute, né preventivate da Hosni Mubarak che in un discorso di ieri aveva rifiutato di lasciare il proprio incarico, eppure l'ha fatto, improvvisamente. Sul perchè di questo repentino e frettolosissimo cambiamento di programma nulla è ancora trapelato al momento.

La festa della popolazione è indescrivibile in una piazza Tahrir del Cairo gioiosa, la stessa che per 18 giorni è stata sede di fortissime proteste anti-governative, anti-Mubarak.
 La Presidenza dovrebbe ora però, secondo precisi termini di legge, essere assunta ad interim dal presidente della Camera mentre le elezioni dovrebbero tenersi entro i prossimio due mesi.
I primi riscontri positivi a queste dimissioni arrivano da parte dell'Unione Europea, mentre Barack Obama sta per tenere un discorso a breve. Gli israeliani si tengono sul cauto, mentre i palestinesi sono in festa come la maggior parte del Medio Oriente.
Nulla si sa sul futuro di questo stato. L'Egitto, una terra visitando la quale il divario tra ricchi e poveri risulta enorme e vistosissimo, con un' economia miliardaria da un lato, ferma al primo dopoguerra italiano, dall'altro.
Omar Suleiman sembrerebbbe ora il candidato preferito dalla Casa Bianca e da Israele per garantire la "transizione" dal vecchio regime ad un economia, forse, più equa e moderna. 

Il segretario generale della Lega Araba, Amr Moussa, ha commentato le dimissioni dell'ex Presidente dicendo:"Sono ottimista, riusciremo a scegliere la via giusta per l'Egitto e per il suo popolo".

davide scannapieco

PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO ANCHE VIA FACEBOOK CLICCARE QUI

Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner

Il Meteo

fbPixel