Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character
Ci siamo trasferiti sul .com



Premio Nobel per la pace a Liu Xiaobo, le proteste della Cina


clicca qui per le news su Kayenna.com

A Liu Xiaobo il premio Nobel per la pace Il premio Nobel per la pace 2010 è stato assegnato al dissidente 54enne cinese Liu Xiaobo,  che sta scontando una pena detentiva, di 11 anni di reclusione, per essere stato, nell'anno 2008, uno dei firmatari del documento Charta 08. Con questa carta dei diritti umani i cofirmatari rivendicavano un Paese più democratico libertà di espressione ed elezioni aperte ai partiti.

Liu Xiaobo è uno scrittore nato a Changchun sotto il segno zodiacale del Capricorno, il 28 dicembre 1955.

Oggi è il simbolo dei diritti civili in carcere. Liu è Xiaobo è stato presidente del PEN Club Internazionale da 2003 al 2008 quando fu sequestrato e detenuto in un luogo sconosciuto. Il vincitore del Premio Nobel per la pace fu poi arrestato nella Repubblica Popolare Cinese sulla base dell'accusa di “istigazione alla sovversione del potere dello stato”.

Il processo a suo carico si svolse nel 2009 fino alla condanna ufficiale giunta nel febbraio del 2010 a ben 11 anni di carcere ed altri due di interdizione dai pubblici uffici. L'imputato ricorse alla Corte d'Appelo, dove la pena fu confermata. Era l'11 febbraio 2010.

Oggi nel giorno in cui quest'uomo vittima di un regime e simbolo della lotta per i diritti umani e civili è stato insignito del premio Nobel per la Pace, la Cina reagisce con stizza, rabbia e grida allo scandalo, condannando aspramente la decisione del comitato di Oslo. La polizia di "Stato" presidia la casa dove vive la moglie di Liu Xiaobo, per controllare qualsiasi dichiarazione pubblica da parte sua, mentre le trasmissioni televisive di CNN e BBC sono state immediatamente oscurate su tutto il territorio cinese. Pechino sta censurando anche tutti gli articoli e i commenti su Liu che vengono postati via internet...

ad Oslo, invece, il Comitato del Nobel ha motivato la decisione così: "Liu è stato un grande difensore dell'applicazione dei diritti umani, ha preso parte alla protesta di Tiananmen nell '89, è stato tra i firmatari e i creatori della Charta 08 4 della democrazia in Cina. Liu ha costantemente sottolineato questi diritti violati dalla Cina. La campagna per il rispetto e l'applicazione dei diritti umani fondamentali è stata portata avanti da tanti cinesi e Liu è diventato il simbolo principale di questa lotta".


Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner

Il Meteo

fbPixel