Google+

Emergency, Cecilia e Gino Strada: "Appendiamo stracci bianchi alle finestre... e se non li liberano sabato ancora qui"


clicca qui per le news su Kayenna.com

Gino e Cecila Strada Emergency contro le guerre Piazza San Giovanni. Poco prima dell'inizio Cecilia Strada accende la luce.

Racconta: " Emergency é nata nel 1994 con un'idea molto semplice, quella di portare cure sanitarie, medico-chirurgiche, di alta qualità e gratuite alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà: è un sogno diventato realtà ed é talmente concreto da aver curato 3.700.000 persone in 15 anni di lavoro. Abbiamo progetti attivi adesso in Afghanistan, Sudan, Sierra Leone, Cambogia... Iraq, Italia (a Palermo). Siamo gente che ha messo il proprio impegno professionalità e passione al servizio dell'idea che il diritto ad essere curati é un diritto universale, e deve essere garantito in ogni circostanza: sotto le guerre o in mezzo alle miserie. Abbiamo poi la convinzione irremovibile che la guerra sia un orrore: non è mai una 'soluzione ai problemi ' come ci si vuole far credere, ma è ' il problema ' per i cittadini del mondo, e per questo motivo noi non stiamo zitti e continueremo a raccontare"... Salutando e ringraziando poi tutti i partecipanti alla manifestazione di solidarietà, la Presidente di Emegency ha detto: "Spero di avere notizie positive dei tre operatori di Emergency arrestati in Afghanistan nei prossimi giorni, ma se non saranno liberi entro una settimana ci ritroveremo di nuovo qui in piazza sabato prossimo".

Il fondatore di Emergency durante il suo intervento ha testimoniato la solidarità che le Nazioni Unite stanno concretamente esprimendo allla Ong considerata un'eccelenza italiana in campo internazionale: "L'inviato speciale delle Nazioni Unite in Afghanistan Staffan De Mistura ha annunciato il sostegno a Emergency e ha detto che l'Onu e la nostra organizzazione lavorano insieme per la libertà dei nostri operatori. Ne siamo contenti" ha detto. Non solo, ma gli stessi politici afghani avrebbero chiaramente svelato che si tratta di una montatura." Il vice presidente Massud - racconta Gino Strada - il Ministro della Difesa, quello degli Interni, tanti leader afghani si sono detti dalla nostra parte. Ci hanno detto che quest'affare è una montatura e che Emergency non c'entra. Gli afghani questo lo sanno. Hanno paura di perdere l'ospedale e Emergency"...

Strada ha concluso la manifestazione invitando tutti ad appendere stoffe bianche alle finestre e ha aggiunto:" (...)...noi non vogliamo terrorismo, violenza e guerra nel futuro dei nostri figli". Doveredicronaca™
Assunta Di Vito

... Emergency e il popolo italiano: liberateli... Clicca per leggere l'articolo.

fbPixel