Google+

Sette giovani omosessuali brutalmente aggrediti in una discoteca di Varese.


clicca qui per le news su Kayenna.com

Sette giovani omosessuali brutalmente aggrediti in una discoteca di Varese. Grave aggressione omofoba ieri in una discoteca in provincia di Varese.

Sette ragazzi stavano ballando tra di loro quando, identificati come omosessuali sono stati brutalmente trascinati giù dalla pedana dove si trovavano, picchiati e buttati fuori dal locale, questo è quanto riferito nella sua denuncia, una delle vittime, Marco Coppola, presidente provinciale di Arcigay Verbania e componente della segreteria nazionale. I giovani sono stati prontamente curati al vicino pronto soccorso, i carabinieri, allertati, hanno condotto le prime indagini sul posto.

Sulla vicenda è intervenuta la deputata del Pd Anna Paola Concia: “Mentre si è consumato l'ennesimo inaccettabile atto di omofobia nei confronti di sette ragazzi colpevoli solo di divertirsi in una discoteca il contrasto alla violenza omofoba e transfobica sembra proprio non avere spazio nell'agenda del governo Monti. Anche a seguito della sollecita richiesta del presidente di Arcigay Paolo Patanè, domani mattina presenterò un'interrogazione parlamentare ai ministri Fornero e Cancellieri per chiedere loro quali azioni intendano intraprendere per combattere l'emergenza della violenza omofoba e transfobica nel nostro paese”; l'associazione Arcigay denuncerà l'accaduto alll'Ufficio nazionale antidiscriminazioni, e all'Osservatorio contro le discriminazioni delle Forze dell'ordine.

Paolo Patanè, presidente nazionale di Arcigay ha dichiarato: "Questo episodio segna davvero un limite insopportabile è' tragicamente simbolico che uno dei massimi dirigenti nazionali di Arcigay sia stato vittima di questa spregevole aggressione omofoba. A Coppola e agli altri ragazzi va la mia solidarietà, carica di rabbia per la brutalità ingiustificabile, l'odio subito e per una battaglia che si infrange sempre su un muro di scandaloso silenzio ideologico".


fbPixel