Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character
Ci siamo trasferiti sul .com



Addio a Lucia Mannucci, ultima componente del mitico Quartetto Cetra


clicca qui per le news su Kayenna.com

Addio a Lucia Mannucci, ultima componente del mitico Quartetto Cetra Si è spenta, all’eta' di 91 anni, Lucia Mannucci, la voce solista del Quartetto Cetra, moglie di Virgilio Savona, altro componente della storica formazione, scomparso tre anni fa. La notizia è stata data dal figlio, Carlo Savona.

Nata a Bologna nel 1920, ha frequentato la scuola di canto all'Eiar e ottenuto la prima scrittura, con l'orchestra del maestro Semprini, nel 1942.

Si è sposata con Virgilio Savona, è stata anche attrice di musical, presentatrice di programmi televisivi. Insieme al marito, soprattutto negli anni ‘70, ha svolto una lunga attività di ricerca nell'ambito della musica popolare, incidendo varie antologie e album come "Filastrocche in cielo e in terra", su testi di Rodari.

Nel 1947 entra a fare parte, prendendo il posto di Enrico De Angelis, della formazione Quartetto Cetra, composta dal marito, da Felice Chiusano e Giovanni ‘Tata’ Giacobetti, scomparsi rispettivamente nel 1990 e 1988, dando vita ad un lungo sodalizio artistico e affiatamento.

Con le loro originali elaborazioni vocali tra jazz e swing e testi delle canzoni ironici e divertenti hanno spesso anticipato mode e generi musicali. I primi successi negli anni fine ’40 e inizi ‘50 con le riviste di Garinei e Giovannini come "Gran baldoria" del 1951 e alcuni 78 giri come la celebre "Nella vecchia fattoria" del 1949, elaborazione di una filastrocca irlandese, incisa pure da Frank Sinatra.

Grazie a numerose partecipazioni televisive, conquistano una grande popolarità con programmi di successo, che hanno fatto la storia della televisione italiana, come Studio Uno edizione 1961, la cui sigla "I Ricordi della sera" verrà successivamente incisa da Mina nell’album doppio “Sorelle Lumiere”, e "Non cantare, spara".

Nel '57 realizzano la versione italiana di "Rock Around the Clock", intitolata "L'orologio matto", e sono tra i primi in Italia a promuovere il rock'n'roll. Tra le loro canzoni più celebri "Aveva un bavero" (Sanremo 1954), "Il Visconte di Castelfombrone", "Un disco dei Platters", "Che centrattacco!!!", "Nella vecchia fattoria", "Vecchia America" (di Lelio Luttazzi), "Un bacio a mezzanotte£ (musica di Gorni Kramer), riproposta in tv nel 1989 da Mia Martini e Peppino Di Capri con la grande orchestra diretta da Bruno Canfora.

Tra gli omaggi più recenti: "Troppi affari, cavaliere!", reincisa nel 2004 dagli Avion Travel e “La leggenda del prode Radames” inserita da Lucio Dalla nel suo ultimo album “Questo è amore”.

Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner

Il Meteo

fbPixel