Google+
Ci siamo trasferiti sul .com



In Libia, uno sterminio. Al Arabiya: 10mila morti e 50 mila feriti.


clicca qui per le news su Kayenna.com

Massacro in Libia Le ultime notizie provenienti dalla Libia e diffuse dall'emittente Al Arabya superano ogni drammatica previsione, un genocidio!

Sarebbe di 10mila i morti e 50mila i feriti il bilancio della feroce repressione attuata dal dittatore libico Muammar Gheddafi.

Notizie agghiaccianti, i manifestanti bombardati e mitragliati con aerei ed elicotteri, pattuglie di mercenari africani setacciano le strade pronti a massacrare gli oppositori del regime, quelli che Gheddafi chiama i ratti.

L'informazione è completamente imbavagliata, i giornalisti sono impossibilitati a far uscire immagini, il paese è costellato di posti di blocco, i mercenari sequestrano tutto quello che può contenere foto o filmati, cellulari, macchine fotografiche e memorie di ogni tipo

Enorme è il flusso di rifugiati che cerca di fuggire dalla Libia nei paesi vicini, in Tunisia, in Egitto a ovest a est, molti con addosso i segni di atroci torture. In Libia si sotterrano i morti lungo le spiagge.

ARTICOLI CORRELATI:

Muammar Gheddafi si avvinghia rabbiosamente al potere. Berlusconi lo rassicura niente missili ai rivoltosi.

In Libia è un massacro. Centinaia di manifestanti uccisi. L'Italia tace!

Muammar Gheddafi reprime con il sangue le proteste dei cittadini libici. Oltre 100 morti, migliaia i feriti.

Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner
fbPixel