Google+
Errore
  • XML Parsing Error at 1:869. Error 9: Invalid character
  • XML Parsing Error at 1:122. Error 9: Invalid character
Ci siamo trasferiti sul .com



Silvio Berlusconi soggetto ad accompagnamento coatto come testimone


clicca qui per le news su Kayenna.com

Berlusconi-Digos-Arcore-accompagnamento-coatto Napoli - Era atteso in Procura a Napoli, oggi; ma Silvio Berlusconi si è avvalso ancora una volta del Legittimo Impedimento. Impegnato a Bruxelles per impegni di governo, non ha potuto farsi interrogare come parte lesa e persona informata sui fatti sul giro di escort per cui 13 giorni orsono fu arrestato Tarantini ed emessa un' ordinanza di custodia cautelare per Lavitola Valter, latitante.

Si tratta del presunto ricatto ai danni di Silvio Berlusconi da parte di Giampaolo Tarantini l'imprenditore detenuto a Poggioreale, per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e favoreggiamento della prostituzione. La magistratura presume  l'esistenza di un "giro" che utilizzava escort, o prostitute come dir si voglia, della ormai nota scuderia Tarantini, come "merce di scambio". Vere e proprie signorine usate come mazzette, tangenti, ringraziamenti... in cambio di "favori", come ad esempio appalti.

La moglie di Giampaolo Tarantini, Angela Devenuto, detta Nicla, è agli arresti domiciliari, mentre l'ex direttore dell'Avanti, Valter Lavitola è sparito, latitante all’estero.

A questo punto la Procura napoletana si è trovata costretta a notificare, tramite Digos, presso la residenza ad Arcore di Villa San Martino un avviso di accompagnamento coatto da parte delle forze dell'ordine, se anche nei giorni di giovedì 15, venerdì 16, sabato 17, domenica 18 settembre, dalle ore 8 alle ore 20 Berlusconi eludesse ancora l'audizione davanti ai magistrati competenti. A ricevere il documento contenente l'avviso di accompagnamento coatto è stata la segreteria dell'ufficio di Arcore. L'assoluta necessità dell'audizione del "testimone" Berlusconi si pone in quanto "la memoria difensiva del premier Berlusconi non basta ad evitare il faccia a faccia coi magistrati" ha dichiarato in merito il dottor Giovandomenico Lepore procuratore capo di Napoli. 

PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO ANCHE VIA FACEBOOK CLICCA QUI

 

Articoli correlati

Kayenna in English

Traduci - Translate

Banner

Il Meteo

fbPixel